Donna addormentata, da “On Love”, Charles Bukowski

sono seduto a letto di notte e ti ascolto
russare
ti ho incontrata alla stazione degli autobus
e adesso immagino cose dietro le tue spalle
bianche malaticce e macchiate di
lentiggini da bambina
mentre la lampada sveste dal dolore
insanabile del mondo
il tuo sonno.

non riesco a vederti i piedi
ma immagino che siano
piedi molto affascinanti.

a chi appartieni?
sei reale?

penso a fiori, animali, uccelli
sembrano tutti più che belli
e così chiaramente
veri.

eppure non puoi fare a meno di essere una
donna. siamo tutti selezionati per essere
qualcosa. il ragno, il cuoco.
l’elefante. è come se ognuno di noi fosse
un dipinto e fosse appeso alla
parete di una galleria.

– e ora il dipinto si gira
sul retro, e oltre un gomito curvato
riesco a vedere una ½ bocca, un occhio e
quasi un naso.
il resto di te è nascosto fuori dalla vista
ma so che tu sei una
contemporanea, una moderna opera
vivente
forse non immortale
ma ci siamo
amati.

ti prego continua a
russare.

(Traduzione di Simona Viciani)

Sleeping Woman

I sit up in bed at night and listen to you
snore
I met you in a bus station and now I wonder at your back
sick white and stained with
children’s freckles
as the lamp divests the unsolvable
sorrow of the world
upon your sleep.

I cannot see your feet
but I must guess that they are
most charming feet.

who do you belong to?
are you real?

I think of flowers, animals, birds
they all seem more than good
and so clearly
real.

yet you cannot help being a
woman. we are each selected to be
something. the spider, the cook.
the elephant. it is as if we were each
a painting and hung on some
gallery wall.

— and now the painting turns
upon its back, and over a curving elbow
I can see ½ a mouth, one eye and
almost a nose.
the rest of you is hidden
out of sight
but I know that you are a
contemporary, a modern living
work perhaps not immortal
but we have
loved.

please continue to
snore.

__________________________________
Apparsa in The Wormwood Review 16, dicembre 1964; pubblicata in The Days Run Like Wild Horses Over the Hills.

2 pensieri su “Donna addormentata, da “On Love”, Charles Bukowski

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...