Un’interminabile festa, da “L’altra me” di C. Parisi & S. Stremiz

La tua vita sarà un’interminabile festa.
Sia il servizio buono
il piatto di tutti i giorni,
la tovaglia ricamata
quella dei giorni comuni;

Nei bicchieri di cristallo
mescerai la semplice acqua,
e con le posate d’argento
servirai l’umile insalata.

È in te la giornata che accenderà tutte le altre.
È tra le tue mani la fiamma che accenderà candela.

La Vita sarà la tua festa
quando il giorno comune
si accenderà della tua voglia di vivere.
Rendi la tua Vita un’interminabile festa.